25 agosto 2017

LETTERA ALL'ORSO



                           Riflessione conseguente i fatti di cronaca sull'uccisione dell'orsa KJ2  

   
© Nicole Banzato
                                       

Sono stata,sono e sarò sempre dalla parte dell'orso,perché è un simbolo dei censurati,imprigionati,soppressi senza possibilità di replica.
per me sarebbe un onore morire uccisa dall'orso,io sono meno di un granello in questo universo.
sinceramente,guardando dentro me stessa,la "natura pericolosa" non è presente nella lista delle preoccupazioni.
morire a causa di una brutta malattia o per mano di un uomo invece mi spaventa moltissimo e
mi sento costantemente pugnalata alle spalle in un circolo infernale di autodistruzione.

Si,lo so,la natura è tutt'altro che favole,è pericolo estremo,allo stesso tempo anche dolcezza,bruttezza e bellezza in un equilibrio fatalmente irresistibile.
Gli animali dovrebbero essere protetti,vegliati a distanza e con amore consapevole,aiutati solo quando ne necessitano realmente, nel rispetto della loro natura,lasciandoli liberi,custodendoli fra le mani come una gemma preziosa.
Sofferenza quando un temporale distrugge un raccolto o una vespa mi punge...sinceramente,guardando dentro me stessa,vedo che questo è giusto anche se non è bello.


Ribaltando il punto di vista:se la natura è così;io sono in mano ad essa,forse non è vero che è compito mio proteggerla,cadrei inevitabilmente nel tranello di considerarmi superiore, finendo ancora in quel circolo infernale di autodistruzione.
Lei non ha bisogno di me,esiste anche senza me o il mio aiuto,invece io ho bisogno costante di lei,lei è la radice,la vita,incredibilmente sa sempre di cosa ho bisogno,nutre il mio corpo ma anche lo spirito custodendomi tra le mani come una gemma preziosa,così come l'orsa protegge i suoi cuccioli a costo della vita.

Essere abbracciata e considerata dalla natura per me è un onore,quando un animale mi degna della usa attenzione o raccolgo un frutto,io mi sento profondamente onorata,come se qualcosa di troppo grande e importante,invece di calpestarmi,si accorgesse di me e mi facesse un gesto di carità.
Io ringrazio e mi riempio di amore, accorgendomi che qui non c'è posto per la cattiveria,non c'è più nessun circolo infernale di autodistruzione.

Per me sarebbe un onore essere uccisa da un orso.



foto di Gregory Colbert